giovedì 25 gennaio 2018

Traditional Marketing vs Digital Marketing, ecco a voi 3 esempi di errori da non fare



Internet ha aperto un nuovo capitolo nel marketing che consente alle aziende di utilizzare il digitale per promuovere e vendere i propri prodotti o servizi.

Il marketing digitale ha avuto subito un grande successo perché ha consentito alle aziende, con budget relativamente limitati, di raggiungere un pubblico molto più ampio.

Il marketing tradizionale si basa sulla comunicazione interruttiva, entrando nei nostri televisori, radio, cassette postali, ecc. In modo indesiderato.

Il nuovo marketing digitale può basarsi sul consenso e sulla personalizzazione della comunicazione. 
Solo il contenuto di interesse per il consumatore viene inviato e nel momento più appropriato.

Ho detto "può essere basato" perché continuo a verificare che ci siano alcuni errori di marketing tradizionali utilizzati in digitale.



Consentitemi di elencare 3 esempi di  errori:




1. Effettuare la stessa comunicazione per tutti i contatti


Uno dei problemi più comuni che riscontriamo è che le aziende inviano ancora le stesse comunicazioni (ad es. Newsletter o campagne) a ogni contatto nel loro database.

Questo è sbagliato perché ci sono certamente clienti o lead con bisogni, interessi e coinvolgimento diversi.


2. Usa anche contenuti commerciali

Quando si tratta di contenuti, le organizzazioni tendono a creare cataloghi, opuscoli o informazioni commerciali sui loro prodotti o servizi immediatamente disponibili.
Quando un contatto è, ad esempio, all'inizio del processo di acquisto, sta cercando altri contenuti educativi e si rapporterà meglio all'organizzazione che li rende disponibili.

Il contenuto che fornisci deve sempre essere adeguato alla fase del processo di acquisto in cui i tuoi potenziali clienti sono.



3. Invia le campagne in base a un calendario


La newsletter di marzo, la campagna di agosto, la promozione di settembre.
In questo modo l'azienda effettua la comunicazione in base al proprio programma e non al "calendario" dell'acquisto del cliente!


La tendenza del marketing digitale è quella di rendere le comunicazioni e le campagne basate su un rapporto 1: 1, in base alle esigenze, agli interessi e alla fase del processo di acquisto del cliente.

Il comportamento digitale dovrebbe essere utilizzato per comprendere gli interessi dei clienti e per attivare campagne altamente personalizzate.

Questo ti consente di creare un coinvolgimento con il cliente, come mai prima d'ora!


Anche per questo capitolo è tutto 

Stay tuned 

M.S


venerdì 19 gennaio 2018

WhatsApp business, quale utilità per le piccole aziende e attività professionali ? Scoprilo ora



WhatsApp bussa alle porte dei nostri uffici. La chat di messaggistica di proprietà Facebook che conta oltre 1.5 miliardi di utenti, è da ora a disposizione in una nuovissima versione business dedicata alle piccole aziende e attività professionali.
In aggiunta alle funzioni della versione "normale" offre la disponibilità di funzionalità avanzate tra cui rispondere ai clienti e separare i messaggi personali da quelli lavorativi.
La app è disponibile da questa settimana per utenti Android in Italia, Regno Unito, Usa, Indonesia e Messico. A breve è atteso il lancio su iPhone e in altri Paesi.
L'applicazione WhatsApp Business, come la versione normale, continua ad essere interamente gratuita per l'utente.
Per il futuro, si ipotizza l'arrivo di un modello "freemium", con funzioni aggiuntive a pagamento che si sommano a quelle gratuite di base.
In questo modo Facebook, che ha comprato WhatsApp nel 2014 per 19 miliardi di dollari, potrebbe trarre profitto dall'acquisizione. 
Un'altra fonte di ricavi, la pubblicità, è stata più volte esclusa dal Ceo Mark Zuckerberg, intenzionato a mantenere la chat libera dagli spot.
In base a quanto annunciato da WhatsApp, la versione business consentirà alle piccole attività - dalla pasticceria al negozio di abbigliamento - di creare un profilo con informazioni utili come descrizione, indirizzo e sito web, e di usare risposte rapide per rispondere velocemente alle domande frequenti, messaggi di benvenuto per presentare l'attività ai nuovi clienti e messaggi d'assenza per far loro sapere quando non si è disponibili.
A disposizione delle piccoli imprese ci sono inoltre le statistiche sui messaggi, l'uso della chat su computer e la possibilità di avere un account identificato come business.

Per questa puntata è tutto .  

Stay tuned
M.S